Eventi

ΕΠΙΦΑΝΕΙΑ

Dal 6 Dicembre, data dell’apertura, al 29 Gennaio lo Studio Aoristico (Via Farini 35/A), succursale bolognese della galleria veneziana di Matteo Lo Greco (San Marco 2765/B), ospiterà una mostra in cui verranno esposte le nuove sculture bronzee di Matteo Lo Greco. Saranno presenti anche i quadri ad olio di Massimiliano Longo e di Silvia Buosi.

Il titolo dell’evento, ΕΠΙΦΑΝΕΙΑ, trae principalmente origine dalla concezione artistica e filosofica di Matteo Lo Greco. Secondo la visione dello scultore veneziano l’arte contemporanea è effettivamente un’autentica e libera espressione dell’animo umano, che si allontana dai canoni e dai vincoli del passato per poi vocalizzarsi e dar finalmente voce alle fantasie ed ai sentimenti dell’artista.

In questa specifica circostanza la materia dà elegantemente forma ad un susseguirsi di azioni e di stati d’animo, che nelle abbondanti sagome di Matteo Lo Greco trova la sua concreta e naturale giustificazione. Le sculture bronzee del maestro rivelano infatti allo spettatore il principio immutabile che si nasconde dietro alle diverse manifestazioni dell’esistenza umana, partendo dai piccoli gesti quotidiani e terminando con il variopinto mosaico della sua componente sentimentale.

Articolo di Filippo Longo e di Lara Martinez Ramos.

Incontri Paralleli

Dal 18 settembre, data dell’apertura, al 30 ottobre lo Studio Aoristico (Via Farini 35/A – 40124 Bologna), succursale bolognese della galleria veneziana di Matteo Lo Greco (San Marco 2765/B – 30124 Venezia), ospiterà una mostra in cui verranno esposte le sculture bronzee di Matteo Lo Greco, i quadri ad olio di Massimiliano Longo ed alcune incisioni di Vittorio Basaglia. Saranno presenti anche i lavori di altri tre artisti legati all’associazione culturale di Matteo Lo Greco. Durante questa esposizione potremo infatti osservare le opere di Andrea Vizzini, di Angelo Angé e di Silvia Buosi. Infine sarà possibile entrare in contatto con le installazioni di cera di Sebastian Kulbaka.

Il titolo della mostra, Incontri Paralleli, trae origine dall’interazione tra l’astrattismo di Lo Greco, il realismo di Longo ed il romanticismo di Basaglia, arricchita dalle diverse personalità e dagli stili differenti degli altri partecipanti.

Articolo di Filippo Longo.